…I'll also show you a sweet dream next night…

Il labirinto del fauno

Vi parlo oggi de Il Labirinto del Fauno (El laberinto del fauno), film diretto e sceneggiato da Guillermo del Toro e datato 2006.

manifestoLabirintoFauno

Trama

Ofelia è una ragazzina piena di fantasia che cerca di allontanarsi dalla sua triste realtà rinchiudendosi nei libri di fate che ama. Trasferitasi in una casa in campagna insieme a sua madre, Carmen, nuova compagna del capitano Vidal, un uomo rigido e spietato, Ofelia scopre che il mondo di fiabe che adora esiste davvero e entra in contatto con un fauno. Il magico e misterioso essere le svela che in realtà lei è la principessa Moana, figlia del Re del mondo sotterraneo, reincarnata in un corpo umano e che per far ritorno al suo magico regno deve affrontare, prima che la luna sia piena, delle prove.
La fantastica avventura di Ofelia si intreccia alla difficile storia di Mercedes, domestica di Vidal, nonchè talpa di un gruppo di restistenza che si nasconde nel bosco.

Commento

Devo dire che Il labirinto del fauno è un film piuttosto… strano! Ma non credo si possa dire che è un brutto film (a me, ad esempio, è piaciuto).
Per tutto il tempo si alternano momenti di suspance dai toni vagamente horror, legati ai misteri del mondo fantastico, e vicende tragiche e decisamente più realistiche legate alla guerra, sfondo di tutta la vicenda. E’ un film che, complice la durata di 112 minuti, sicuramente non scorre in maniera leggera e spensierata, nonostante si parli anche di fate e mondi surreali, ma riesce completamente ad attirare l’attenzione del pubblico, che dubito riuscirà a prevedere ogni risvolto della trama. labirintodelfauno
I personaggi principali sono tutti caratterizzati piuttosto bene, a partire ovviamente dalla protagonista, Ofelia, una ragazzina molto dolce e coraggiosa, ma anche devastata da una realtà crudele e che non è in grado di capire, da cui vorrebbe solo fuggire. Ci sono poi le altre due immagini femminili dell’opera: la madre, Carmen, che si sacrifica legandosi al capitano, nella speranza di poter dare un futuro migliore ai suoi figli (Ofelia e il piccolo che porta nel grembo), e Mercedes, una donna coraggiosa che fa il doppio gioco fino all’ultimo, sperando di poter in qualche modo cambiare le carte in gioco e liberare il popolo dalle rigide regole di Vidal. Poi c’è ovviamente il capitano Vidal, uomo spregevole, senza pietà e interessato solo al suo onore. Non ha nessun interesse nè per Ofelia nè per la moglie Carmen, di cui si prende cura solo perchè “portatrice” del suo erede. Al fianco di questi soggetti “reali” appare poi il fauno, una creatura misteriosa, da un lato affascinante, ma dall’altro estremamente inquietante e ambiguo, che trasporta la protagonista in un mondo fantastico ma anche piuttosto spaventoso e pericoloso.

Volendo riassumere, Il labirinto del fauno è un film piuttosto particolare che consiglio a tutti coloro che non si impressionano di fronte alla vista di esseri strani o di un livello medio di violenza (siamo ben lontani dallo splatter, ma ci sono quelle scene violente tipiche dei film storici sulle guerre – come interrogatori con torture, sparatorie e fucilazioni, tanto per intenderci…) perchè è sicuramente un titolo imprevedibile e interessante, un po’ fuori dagli schemi e che in fondo… ma molto in fondopotrebbe anche avere il suo lieto fine.

Se lo avete visto non esitate a farmi sapere cosa ne pensate!

A presto,

Iya&Ceres

Annunci

2 Risposte

  1. Io adoro questo film! Me ne sono innamorata subito!
    è tra i miei film preferiti di sempre! 😉

    11 febbraio 2015 alle 09:22

    • Io non so ancora dirti quanto mi sia piaciuto, perchè di certo l’ho apprezzato ma ha generato in me emozioni decisamente contrastanti. XD
      Sicuramente, però, l’ho trovato interessante e credo che meriti più di una visione. Spero di poter vedere presto anche l’altro film di del Toro fatto con lo stesso stile: La Spina del Diavolo. Hai visto anche quello? 🙂

      11 febbraio 2015 alle 09:45

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...