…I'll also show you a sweet dream next night…

Welcome 2015! – I fantastici propositi per l’anno nuovo

Dopo uno strano capodanno, diverse serate fuori e il massimo del relax possibile, è giunto il momento di riprendere in mano le redini della mia vita e tornare alla normale routine.
Ho quindi stilato, come è giusto che sia, una lista di buoni propositi per questo 2015, conscia che se voglio che le cose vadano in maniera diversa dagli anni precedenti, questa volta devo metterci del mio.
Comincio quindi scegliendo dei punti che siano fattibili, senza cercare di impormi le solite mete irraggiungibili, chè certi cambiamenti si fanno un passino per volta.

2015-happy-new-year-colorfull-hd-wallpapers

PUNTO 1:
Dimagrire 5 Kg
Iniziare una dieta
Rimettermi in forma: non sono mai stata particolarmente magra, ma c’è stato un periodo della mia vita, circa 5 anni fa, in cui controllando moderatamente la dieta e facendo regolarmente attività fisica avevo raggiunto un livello fisico decente che a suo tempo non seppi apprezzare come dovuto. Il mio piano per il 2015 non prevede quindi diete assurde nè obiettivi allucinanti che tanto non riuscirei a raggiungere, ma giusto di curare la mia piuttosto altalenante alimentazione e rendere più costante le attività sportive (a volte troppo frequenti, a volte totalmente assenti). Trovato questo nuovo equilibrio, che richiede uno sforzo minimo, spero di poter riuscire a riottenere, nel giro di qualche mese, la forma da sperata.

6980160-jump-sunrise

PUNTO 2:
Mantenere la camera sempre pulita e in ordine
Far si che la mia camera sembri sempre meno un deposito: andando sempre avanti e indietro dall’università passo poco tempo nella mia camera a casa dei miei. Quindi, al contrario di quella all’università, in cui vivo costantemente e che quindi mantiene un livello dignitoso di ordine, quella originaria è perennemente sommersa da vestiti che devo portare altrove, pacchi da aprire o buttare, risposte mediche sparse, cartacce di ogni tipo, cose che mia sorella dimentica da me e simpatici accessori come un aspirapolvere che la mia cara mamma, utilizzando come scusa il fatto che non ci sono mai, ha deciso di piazzare in un angolo classificando la mia stanza come un vero e proprio sgabuzzino. Il delirio. Durante le festività, quando sono più presente nel mio paesino, la situazione dovrebbe migliorare… e invece finisce per diventare addirittura peggiore! Perchè quando sto qui per più di una settimana parte la maratona delle uscite, delle serate thè e giochi da tavola, delle tappe immancabili, del cinema+pop-corn e quindi finisco per usare suddetta stanza solo come giaciglio per le mie stanche spoglie a fine giornata e per ammucchiare i vari vestiti messi/cambiati/”no-con-quello-è-caldo” etc…
Volendo dare un senso a questo punto, il mio scopo quest’anno è di mettere un pochino a posto ogni volta che rientro dall’università, cosicchè, pur non avendo un ordine perfetto, almeno la mia camera non finirà nel dimenticatoio per mesi interi, accumolando cose che voi umani non potete neanche immaginare…

giardino zen sabbia nera

PUNTO 3:
Studiare tantissimo e recuperare tutto quello che non ho fatto l’anno scorso
Trovare il ritmo: la verità è che non sono una di quelle persone che riesce ad ammazzarsi di studio. Nella mia vita deve sempre esserci un po’ di tempo per qualcos’altro, che sia un anime, un film, un post sul blog o per il cazzeggio più disparato. Ma ovviamente voglio continuare a studiare, per cui devo trovare il modo di conciliare al meglio le due cose. Quello che vorrei fare quest’anno è non forzarmi a fare tabelle di marcia che non riesco comunque a rispettare, ma trovare il giusto ritmo per preparare gli esami nei tempi utili, senza far riferimento ad altri e senza sacrificare necessariamente le altre cose che amo. Sono sicura che se mi mantengo determinata nel voler avanzare, ci riuscirò. In fondo non importa se gli altri vanno più veloci, non riesco proprio a concepire la vita come una gara a chi arriva prima, perchè ognuno ha diverse priorità, diversi obiettivi e diverse tempistiche. Per questo devo cercare il mio ritmo.

danza

PUNTO 4:
Risparmiare il più possibile
Fare piccoli tagli sul superfluo: negli ultimi anni ho sperimentato che il modo migliore per risparmiare non è conservare avidamente, ma cercare di fare dei piccoli tagli ogni giorno su cose più o meno futili. Ci sono tante di quelle cose che si possono pagare meno se si presta un minimo di attenzione in più… che non serve più negarsi una serata al cinema o una birra con gli amici.
(Lo so che per quanti di voi lavorano questo discorso può sembrare stupido o eccessivo, ma essendo una studentessa universitaria sono praticamente sempre presa dalle spese e non avendo delle entrate mie devo gestirmi quello che mi danno i miei al meglio. Scusate se vi sono sembrata una calcolatrice che pensa solo al dinero!)
Quindi, morale della favola: meglio un caffè in meno al giorno (che troppi fanno male) ma un fumetto in più a fine mese (chiaro no?) o magari dei soldini in più da parte per una qualche uscita.

risparmiare

PUNTO 5
Segnare le cose: ho appreso con piacere che avere un piccolo blocchetto note/agenda da portare in giro e scriverci, di volta in volta, film, anime, serie, fumetti e libri che mi interessano è piuttosto utile per rinfrescare la memoria e serve a ridurre incridibilmente il tempo decisionale impiegato da un gruppo prima di formulare proposte adeguate a tutti. Insomma, avete presente quando si è con i propri amici e uno fa:
“Perchè non guardiamo un film??
E tutti:
– “Siiii, guardiamo un film!
Poi subentra un’altra voce e fa:
– “Ma che film guardiamo?”
E improvvisamente cala il silenzio, nessuno ha proposte decenti, tu non ricordi manco il titolo più stupido che t’eri riproposto di vedere e va a finire che si sceglie la cosa più scrausa possibile, solo perchè è l’unica richiesta fatta con decisione da un membro random della conversazione?!?
Bene, nel 2015 taglierò anche questi tempi morti, o se non altro ci proverò.

scrivere

Per il resto, sono in cerca di tutto ma in trepidante attesa di niente. Ciò che quest’anno mi darà verrà affrontato un passo per volta e metabolizzato al meglio.

E voi, che propositi vi siete fissati per questo nascente 2015? Sono mete lontane o piccoli cauti passi?
Comunque vada, rinnovo il mio augurio che quest’anno possa portarvi tutto ciò di cui avete bisogno.

A presto,

Iya&Ceres

Annunci

2 Risposte

  1. Sono anche i miei punti.. più quello di riuscire a leggere di piùùù.. @_@
    IMPEGNAMOCI!!!!

    7 gennaio 2015 alle 10:34

    • Anche io avrei tanto bisogno di ricominciare con le letture, ma non l’ho messo tra i punti perchè per ora mi sembra troppo ambizioso (è un anno che ci provo e niente, fallimento totale).
      Teniamo duro e ce la potremo fare!!!!

      7 gennaio 2015 alle 10:39

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...