…I'll also show you a sweet dream next night…

How To… Tanabata!

Ecco una piccola guida su come taroccare alla grande una bellissima festività giapponese!

tanabata-foto

Introduzione

Il Tanabata è una tipica festa giapponese che cade il 07 Luglio di ogni anno (ovvero il 07/07) e ha la sua origine nelle stelle, in quanto rappresentazione dell’unione tra Vega e Altair che avviene, appunto, solo una volta l’anno.
La leggenda vede come protagonista Orihime (rappresentante la stella Vega), figlia dell’imperatore celeste Tentei e instancabile lavoratrice: il suo compito era quello di cucire abiti per gli dei e non passava giorno senza che la ragazza adempisse ai suoi doveri. Dato il grande impegno delle figlia, Tentei decise di premiarla trovandole marito e scelse per lei un altro instancabile lavoratore, il mandriano Hikoboshi (rappresentante la stella Altair). I due si innamorarono perdutamente e iniziarono a passare tutto il loro tempo insieme, trascurando i rispettivi compiti. L’imperatore celeste si infuriò per questo e decise di rimediare alla situazione separando per sempre i due amanti e pose tra loro il Fiume Celeste (ovvero la Via Lattea). Ma Orihime, soffrendo immensamente la mancanza del suo Hikoboshi, non si diede pace e pianse per giorni, finchè il padre, vedendola così terribilmente infelice, decise di graziarla concedendo a lei e al suo amato una giornata all’anno da poter passare insieme. In quel giorno, il settimo giorno del settimo mese, uno stormo di gazze vola sul Fiume Celeste e si unisce a formare un ponte cosicché i due amanti possano finalmente riabbracciarsi e passare del tempo insieme.

[Grazie Wikipedia per i tuoi numerosi insegnamenti!]

Tanabata_anime

Celebrare il Tanabata

Uno dei simboli più classici di questa festa, noto sicuramente a tutti gli amanti degli anime e manga, è l’albero di bambù, al quale si appendono fogli di carta colorata (detti tanzaku) su cui vengono scritti i propri desideri. Chi di voi ha visto Nana saprà esattamente di cosa sto parlando!

22_13

Quest’usanza mi ha sempre affascinata molto e già dall’anno scorso avevo in mente di festeggiarla. Ma si sa, le cose raramente vanno come le programmiamo e quindi… ecco una rapida guida per festeggiare il Tanabata come ho fatto io quest’anno!

1) Parte fondamentale di questo rito è il bambù. Ma come potrete ben immaginare, non sempre si ha una pianta di bambù a portata di mano (ammenochè non si allevi un panda illegalmente) e rintracciarne una all’ultimo momento non è sempre possibile. Ecco perchè il protagonista del mio esperimento-Tanabata è il mio bonsai, un Ficus da me denominato Bono!
Per cui il primo passo è: prendete il vostro Bambù/Bonsai/Pianta Orientale e cercate di trovare un punto della casa che vagamente possa ricordare l’atmosfera orientale…

DSC01086Mod

Fatto! ✔

2) Prendete dei pezzi di carta colorati (o, come nel mio caso, carta bianca e penne colorate) per creare i tanzaku da appendere al non-Bambù. Quindi procedete esprimendo i vostri desideri! Io, personalmente, ho cercato di mantenermi sul vago ma (tentativo forse poco riuscito), di “giapponizzare” la scrittura.

DSC01091Mod

[Chiedo perdono per l’inglese improbabile con cui ho espresso i miei dessideri, ma stavo condividendo la mia impresa con un’amica straniera e non c’era altro modo che ricorrere a questa misteriosa lingua. Perdonatemi per qualsiasi errore di qualsiasi tipo possa aver fatto!]

Fatto! ✔

3) Ponete i vostri desideri sul diversamente-Bambù! Normalmente i biglietti vanno appesi in bella vista con del filo. Dato l’aspetto buffo e “nano” del mio bonsai, Bono, ho ritenuto più carino piegare i bigliettini e legarli direttamente alla giappo-pianta!

20140707_231125Mod

20140707_231336modFatto! ✔

4) Il tanabata è una di quelle feste da romanticoni che piace molto ai giovani, per cui, per dare veramente una svolta al vostro rito, coinvolgete amici e/o familiari, così da avere un ipotetico-Bambù addobbato a festa e carico di desideri!
Io ho coinvolto mia sorella, anche lei amante del “made in Japan”, e ho trascritto anche i desideri di qualche amica lontana. Speriamo che prima o poi se ne avveri qualcuno!

DSC01104mod

Fatto! ✔

Bene ragazzi, ho condiviso con voi il mio tentativo alternativo di Tanabata (nonchè diverse foto del mio Bono e del mio termosifone – quale grande emozione!), voi che mi dite? Conoscevate questa festa? Vi lancerete in un tentativo di festeggiamento anche voi il prossimo anno? E (giusto per farmi un po’ i fattacci vostri), voi che desideri avreste espresso?

A presto,

– Iya&Ceres –

Annunci

2 Risposte

  1. “giapponesizzare la scrittura”.. ahahaha! Troppo carina! xD
    Hai avuto una bella idea.. io ho un albero mezzo secco di mandarini cinesi.. hahahah.. non so se vale lo stesso! xD

    12 luglio 2014 alle 11:18

    • Seguendo la teoria della mia amica, ovvero ‘un albero orientale è sempre un albero orientale’, credo che anche la tua pianta di mandarini cinesi abbia del potenziale! Qualora decidessi di cimentarti nell’impresa, fammi sapere cosa ne viene fuori! 😉

      12 luglio 2014 alle 23:05

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...