…I'll also show you a sweet dream next night…

Restart – Ripartiamo da una presentazione!

Pubblicati ben 100 post (che non sono molti per un blogger, ma a me sembrano già una marea!) e passato anche l’ennesimo anno, volevo cominciare il 2014 dedicando il mio 1o1° articolo…. a me! Non per vanità o per egocentrismo (giuro!), ma perchè sono due anni che ho questa paginina piccina piccina tutta per me e, pur parlando di tante cose diverse e talvolta anche molto personali, non penso di aver mai avuto modo di creare un quadro esteso della mia persona.

Konata

Quanti di voi si stanno ancora chiedendo “c’è o ci fa?” o “non capisco se dice cose intelligenti o butta giù frasi a caso sperando che qualcuno le reputi tali!” o “ma con chi ho a che fare”?!?
[in realtà, nel profondo, spero non molti…]

Bene, è esattamente per darvi la possibilità di rispondere a queste domande che ho deciso di disegnare una caotica ma, tutto sommato, veritiera immagine di me, cercando di descrivere al meglio quelle che sono le mie peculiarità e i miei difetti! Così, giusto per andare a riempire un po’ la sommaria presentazione che dò nella pagina About Me del sito…

Ready?
RESTART!

Salve a tutti, sono Iya&Ceres!
ho poco più di una ventina di anni e sono una studentessa universitaria (anche se non brillo per le mie capacità o per intelligenza!).

Inizio a scrivere questo blog nel non troppo lontano settembre del 2011 perchè avevo necessità di parlare, comunicare, tentare un confronto, rivolgermi a qualcuno di diverso dai miei amici o dai miei familiari. Un tentativo, insomma, di dire qualcosa e ricevere risposte in base a quanto detto e non ai pregiudizi (positivi o negativi) che le persone hanno di me. Anche per questo, gran parte dei miei dati personali li ho sempre tenuti segreti.

Mi piacciono molto gli anime, i manga, i film… e sono il genere di persona che su determinate cose si chiude a riccio e potrebbe parlarne per ore ed ore (ed ore… e altre ore…), per questo i miei amici dicono che sono talvolta ripetitiva e/o monotona. A mia discolpa, però, vorrei dire due cose:

1) Di solito ripeto le cose 200 volte perchè le persone non danno l’impressione di avermi sentito (ovvero nessuno mi risponde e continuano tutti a parlare di altro o a farsi i fatti propri, quindi come faccio io a sapere che mi hanno ascoltato?!?);
2) Spesso e volentieri affronto lo stesso discorso con persone diverse nell’arco della stessa serata, ripartendo con tutte da capo per avere un confronto uguale con ogni interlocutore. Solo che poi capita che una stessa persona, oltre ad aver fatto il discorso con me, abbia modo di sentire anche quello fatto con altri e mi viene rinfacciato di parlare solo della stessa cosa.
Per questo motivo, nel complesso, qualche volta mi sento piuttosto incompresa.

Altra cosa che mi fa fare pessime figure, e che ho notato solo di recente, è che per via dell’abitudine a non essere ascoltata, ho sviluppato una specie di “comportamento difensivo“, ovvero, per evitare di iniziare un discorso e non essere più ascoltata in seguito, dico in una sola volta il concetto principale che mi passa per la mente (riassumo tutto in una frase), senza considerare che senza le dovute spiegazioni, è sempre tutto tremendamente fraintendibile! Oppure dico cose personali a caso senza pensare al fatto che, magari, le persone possono ritrovarsi spiazzate se lancio un argomento simile a mo’ di bomba a mano senza dare un preavviso!

Insomma, la comunicazione con gli altri non è proprio il mio forte. Per questo e per la mia innata timidezza, con gli amici mi definisco scherzando “autistica“. In realtà, se mi vedeste le prime volte che parlo con persone che non conosco, vi rendereste conto che tanto una battuta non è… comunque, con il tempo, sono migliorata parecchio, almeno adesso riesco a guardare gli altri negli occhi!

A peggiorare la mia condizione di timidezza simil-autistica è il fatto che sono estremamente impacciata. Sbatto su tutto, mi cade tutto dalle mani (per questo mia madre ha iniziato a chiamarmi Edward mani di forbice) e quando mi sento gli occhi di qualcun altro addosso mi irrigidisco, finendo per sembrare un burattino decisamente poco aggraziato nei movimenti.

Goffaggine a parte, un’altra mia forte peculiarità è l’amore per la musica. Anche se più che un amore, a qualcuno potrebbe sembrare una pesantissima dipendenza! Ascolto musica in continuazione (e dei generi più disparati), tanto che mia madre appena rientra a casa mi dice di spegnerla ancora prima di aver verificato se è effettivamente accesa.

Non riesco mai a fare tutto ciò che vorrei o mi riprometto. Un po’ perchè sono davvero troppe le cose che mi frullano nella testa, e nel dubbio se fare una o l’altra, finisco per non fare nessuna delle due e un po’ per mancanza di tempo, perchè di solito preferisco, ad esempio, non iniziare una nuova attività o serie se so’ che non posso portarla a termine in breve tempo (è quello che è successo con la 3° stagione di Buffy: per evitare di interrompere la continuity della serie e fare un bel articolo ho preferito non iniziarla affatto, visto il periodo piuttosto soffocante che ho avuto all’università… ma il progetto non è stato abbandonato, riprenderà sicuramente a breve!). Sotto sotto, però, devo ammettere che un’altro motivo per cui non arrivo a fare tutto è che, ultimamente, manco di organizzazione e mi ritrovo stanca, senza aver fatto niente, a dormire sul divano… ma sto lavorando per rimettermi in carreggiata!

Sono une persona estremamente fantasiosa, per questo motivo:
1) è meglio se evito di guardare film horror, visto che la mia mente è capace di ricreare e peggiorare, mentre dormo, ogni immagine che assimilo o di ripropormi, già da sveglia, dei flash da brividi (rivedo in cose che mi circondano dei fattori comuni a suddetti film e mi viene la pelle d’oca!);
2) spesso fantastico sul futuro o mi immagino scene comiche, per questo la mia ex-coinquilina dice che assomiglio a JD di Scrubs (anche se io, di solito, non inclino la testa da una parte!);
3) talvolta sento di volermi esprimere anche in altri modi, cercando vie più creative… ma non essendo brava in niente che richieda lavoro manuale o talenti particolari, finisco per demoralizzarmi e tenermi tutto dentro, aspettando che passi… Il blog mi sta  aiutando anche in questo: in fondo è un ottimo modo per esprimersi e lascia sicuramente campo anche al lato creativo di una persona! Anche se per certe cose ho una marea di idee… ma mi manca un po’ il coraggio di metterle in pratica…

Nella mia famiglia siamo quasi tutte femmine: i miei sono divorziati e io vivo con mia madre e mia sorella, le mie nonne sono state sempre delle figure di spicco nella mia vita e degli ottimi esempi e ho sempre avuto gatte, mai un animale di sesso maschile. Tendo, quindi, ad essere piuttosto femminista. Non che io pensi che le donne siano meglio degli uomini, abbiamo una marea di difettacci anche noi, ma tendo sempre e comunque a difendere il cosidetto “sesso debole” (che tanto debole non è, altrimenti non saremmo in grado di portare per 9 mesi un’altra vita dentro di noi), soprattutto quando sento frasi estremamente maschiliste. Diciamo che tendo, quindi, ad essere femminista quel tanto che basta e riequilibrare un comportamento misogeno di un’altra persona.

In generale, tendo sempre a prendere la parte della persona più debole o meno ascoltata, magari non perchè abbia ragione, ma perchè nessuno sta cercando di vedere anche le sue motivazioni. Se c’è una situazione particolare, mi piace cercare di analizzare il perchè entrambe le parti si siano comportate in un determinato modo, senza saltare direttamente ad una conclusione data dai fatti in sè. Cerco di mettermi nei panni di tutti, prima di puntare un dito. Diciamo che il mio motto potrebbe essere “tra il nero e il bianco esistono infinite sfumature di grigio“, cosa che reputo vera quasi  per tutto.

Spesso, per prendere le parti di un’amica o difendere una mia posizione mi surriscaldo parecchio. Non divento violenta, ma tendo ad alzare la voce anche se non sono arrabbiata: il mio è solo un modo di farmi ascoltare e un riflesso istintivo, non lo faccio con cattiveria. Magari sono la persona più tranquilla al momento, ma ho il volume della voce a 200!

Non sopporto la gente che imbroglia. Soprattutto nei giochi. Soprattutto tra amici, quando non c’è motivo per avercela personalmente con l’altra parte! E qui divento davvero una vipera (anche se, quando capisco che determinati miei amici lo fanno solo per scherzo, finisco per scherzarci anche io sopra… quando invece lo fanno seriamente rischiano la vita!). Mi inviperisco ancora di più, poi, se gli inganni escono dall’ambiente “giochi” e vengono fatti nella vita reale. Odio i doppiogiochisti, i falsi, chi dice le cose solo per avere qualcosa in cambio, chi si finge amico di tutti per poi parlarti alle spalle… Insomma, quanti di noi amano veramente questa tipologia di persone?!?

Sono la tipa fuori di testa che rincorre l’amore platonico. Ogni volta che provo interesse per un ragazzo finisco per guardarlo da lontano e, lentamente, scoprendo poco a poco com’è fatto, finisco per convincermi che non fa per me. Oppure continuerò a pensarlo, senza mai tentare davvero un approccio, perchè so che una volta conosciuto tutte le fantasie fatte su di lui andranno a monte, perchè non sarà quello giusto, e finirò per essere di nuovo triste e sola, senza una meta da raggiungere. Per questo mio vizio del cavolo ho finito per avere a che fare solo con degli stronzi (perdonate il francesismo, ma in certi casi è impossibile trovare sinonimi che abbiano la stessa efficacia!), interessati più che altro ad avere un po’ di compagnia per non sentirsi soli o ad usarmi per fare ingelosire le famose ex. Per questo posso con fierezza affermare che oggi, 1° gennaio 2014, è ufficialmente un anno che ho chiuso ogni rapporto con elementi dell’altro sesso e, udite udite, sono felicissima così! Perchè perdere tempo e sprecare energie per persone insignificanti non può in alcun modo rendere felice.

Significa forse che non cerco più l’amore?!? No, sicuramente non è così! Rincorro il vero amore da tutta una vita, quindi ho solo deciso che rifiuterò tutti gli infami che si avvicinano pensando che, siccome sono una brava persona, sono anche una facile da manipolare (e questa categoria di uomini verrà ampiamente maltrattata) e aspetterò, buona buona, di trovare qualcuno che sia veramente adatto a me.

Cosa non facile, visto le mie caratteristiche. Perchè, se vogliamo riassumere, sono una brava persona ma qualche volta faccio battute acide, sono coccolona ma la mia anima nera mi spinge spesso a tingermi i capelli di rosso, le unghie di nero, vestirmi di colori scuri, portare accessori con croci e borchie, e ascoltare musica un po’ cupa. Però sono anche quella che ama da morire il giappone, si sfascia di cartoni e manga giapponesi (quando può), acquista cose pucciose, impazzisce davanti ad immagini kawaii e ascolta anche musica j-pop o sigle e colonne sonore varie. Potrei piacere alle persone un po’ nerd, perchè amo il genere fantasy, il computer e mi chiudo ad ascolare musica con le mie cuffione della skullcandy, ma contemporaneamente non sono fanatica di niente. E, infine, sono quella che quando ha voglia di ballare si ammazza di musica commerciale (qualche volta anche con toni tecno ed elettronici) e quando va in disco, se la serata è quella giusta, con la musica decente, è la prima che scende in pista e l’ultima che la lascia!
Lo so, pensavate che fosse impossibile trovare una persona che potesse racchiudere tutto questo contemporaneamente!

Insomma, un bel caratterino, no? Mi immaginavate così? Siete finalmente in grado di rispondere a qualche domanda che vi eravate posti sulla mia persona?

Ho cercato di dirvi, descrivendomi con ironia, chi sono, ma immagino (per fortuna) che non basti un lunghissimo post per dirvi tutto di me. Così come non bastano dei commentini per raccontarmi di voi, quindi, se vi va, fatemi sapere se ci sono tratti di voi che di solito le persone non immaginano o non vedono, perchè anche a me piacerebbe ascoltarvi in una maniera diversa da come può farlo qualcuno che vi conosce da sempre!

Sperando di non essere universalmente cestinata da tutti, vi auguro di vivere benissimo questo nuovo anno e che il 2014 vi porti il meglio, tanta fortuna (anche se, come dice Nyu qui, siamo noi che dobbiamo plasmare il nuovo anno affinchè succedano i cambiamenti che vogliamo… comunque ad un po’ di fortuna non si dice mai di no!), tutto l’amore di cui avete bisogno e, se fosse possibile, anche qualche soldino in più, nonostante la crisi, da poter spendere per le vostre passioni (che, diciamolo, sono tra le cose che ci danno più soddisfazione)!

Tantissimi auguri a tutti!!!

Un bacione a tutti

– Iya&Ceres –

Annunci

4 Risposte

  1. nyu81

    Buon Anno!!!

    Sul fatto di non essere ascoltati.. oddio come ti capisco.. anche a me dicono che sono ripetitiva ma lo faccio perchè non mi rispondono o non mi ascoltano.. e non sai quante volte inizio un discorso che magari viene interrotto, e poi nessuno se ne cura più.. quindi alla fine preferisco non parlarne affatto e me ne sto zitta. ^^

    In amore sono nella tua stessa situazione.. dopo varie esperienze, sono molto cauta.. anche troppo, ma io preferisco essere davvero sicura e poi onestamente non sto affatto male da sola.. soprattutto guardando certe altre coppie assurde. ^^

    1 gennaio 2014 alle 14:40

    • Ahah, allora mi capisci!!! XD Giusto l’altro giorno stavo cercando di dire una cosa ai miei amici, riguardo al gioco da tavolo da fare. Ho cominciato la frase per circa 6-7 volte, e puntualmente venivo interrotta al solito punto, tanto che il ragazzo di fianco a me, l’unico evidentemente a sentirmi, ha ri-iniziato la frase l’8°volta al mio posto e a quel punto tutti si sono azzittiti e ho potuto finire di dire quello che volevo. Che situazioni assurde!

      L’amore è una cosa strana, e anche se andando avanti mi sembre che sia sempre meno possibile trovare qualcuno di cui fidarmi, spero che arriverà la persona giusta anche per me un giorno… Chissà quanto lontano! XD Ma alla fine, anche da soli, se si hanno delle passioni, degli hobby e degli amici, si sta bene lo stesso! 🙂

      1 gennaio 2014 alle 17:35

  2. Ho letto il tuo post con interesse e tenerezza.
    Quest’ultima concedimela, in virtù del fatto che come età potrei essere tuo padre (o tuo nonno?… no no, tuo padre diciamo ^^).
    Niente, volevo solo dirti questo.
    E augurarti uno splendido 2014.
    …e quando ti interrompono, non aspettare fino alla settima volta: già alla SECONDA comincia a tirare mazzate!!!
    Un abbraccio platonico e “paterno”.
    …e aspetto l’articolone sulla Terza Stagione di BTVS, eh! 😉

    11 gennaio 2014 alle 21:27

    • Grazie mille, seguirò il tuo consiglio e spero di poterti far leggere presto l’articolo sul progetto Buffy (ogni volta che penso a quanto manca alla fine penso a te… spero di non farti attendere tanto per niente!).
      A presto! 😉

      13 gennaio 2014 alle 19:15

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...