…I'll also show you a sweet dream next night…

L’era glaciale

ATTENZIONE:
Il post che segue è un momento di libero sfogo e di critica alla comunità. Per cui è sconsigiata la lettura a persone eccessivamene sensibili, senza senso dell’humor e della critica o con la coda di paglia, poichè quest’articolo potrebbe contenere parolacce, riferimenti a situazioni realmente esistenti ed un’infinita dose di acidità.
FINE DELLA COMUNICAZIONE.

Se ho scelto “L’era Glaciale” come titolo di questo post è perchè questo è venuto generandosi nella mia mente a seguito di un paragone che ho involontariamente fatto: quello tra il comportamento di alcuni gruppi di persone e una delle frasi di Diego (la tigre con i denti a sciabola), presente nel primo film della famosa serie d’animazione.
Per la precisione, mi riferisco al momento in cui, discutendo con Syd  (il bradipo), Diego dice:

“Non ci sarà sempre Jumbo a proteggerti, e quando verrà il giorno,
ti consiglio di guardarti le spalle, perché te le starò masticando!”

Detto questo, penso sia ormai chiaro che la mia intenzione è quella di criticare la falsità della maggioranza delle persone che ci sono in questo cavolo di mondo. E, fidatevi, è davvero la gran parte della comunità!

Non so se v’è mai successo di ritrovarvi a parlare con persone che sono le prime ad avvicinarsi ma non sai mai se ti ascoltano davvero, che quando dici qualcosa capiscono sempre quello che fa comodo loro e che userebbero qualsiasi cosa che esce dalla tua bocca per usarla contro di te o tesserci sopra una bella favola (che, in realtà, tanto favola non è). Per colpa di questa gente, che per noia o stronzaggine racconta cose solitamente non vere o immensamente ingigantite, si crea una specie di enorme telefono senza fili in cui il primo (a cui proprio non riesce di farsi gli stramaledettissimi cavoletti suoi) ti ascolta mentre dici A, capisce B, riferisce D (che è già un passo dopo la C) e i suoi “complici“, volontari o non, danno origine ad una rete di E, F, G. etc…
Che, tra l’altro, se qualcuno riferisce qualcosa a me io non lo dico neanche alle migliori amiche in confidenza, ma MAI che qualcuno là fuori abbia la stessa accortezza nei miei confronti o nei confronti di chi mi sta vicino.

I peggiori, poi, sono quelli così viscidi che ancora non riesco a spiegarmi come sia possibile non scivolare sulla scia di melma che lasciano dietro di sè. Sto parlando di quelli che dicono malvagità su di te e, appena possono, ti invitano ad uscire, si perdono in complimenti (su cose che loro stessi hanno criticato), ti offrono qualcosa e cercano di sembrare i tuoi migliori amici.
Io mi chiedo: lo fanno per sembrarti più vicini e quindi far sembrare più vere le loro storie??? O perchè sanno di essere delle cacche giganti e si sentono un minimo in colpa??? Oppure sono st****i e non sanno di esserlo o gli va bene così?!?!?!?!

Infine ci sono quelli a cui parli perchè li vedi tutti i giorni, che pensano fondamentalmente solo a se stessi e, sbattendosene altamente se cerchi di dimostrarti gentile, si limitano a rifilarti nient’altro che smorfie (neanche lontanamente somiglianti ad un sorriso) o a dare risposte che sanno di ghiacciolo per quanto sono fredde, impersonali, prive di emozione o vero interessamento.

Quindi, ciò che posso dire è: diffidate dei sorrisi, delle gentilezze e delle moine gratuite, ‘chè, purtruppo, la maggior parte delle teste di cavolo ha imparato come mescolarsi tra la folla senza dare nell’occhio (e finisce che le persone che qualche volta possono sembrare acide, sono in realtà quelle genuine).

(anche se i lupi sono animali troppo belli per essere paragonati a certa gente, ma spero renda l’idea)

E, in fondo, che importa?!? Che ci piaccia o no, la verità è solo ed esclusivamente una: viviamo in un mondo di persone a cui non gliene f***e un cavolo di noi, di quello che proviamo, delle nostre motivazioni, delle nostre scelte, purchè possano parlarne (di solito alle nostre spalle) o possano sentirsi migliori di noi.
Purtroppo siamo in mezzo a persone spente, egoiste, finte, che non sono in grado di darci niente di vero, neanche un sorriso.
Insomma, sia costretti a sopravvivere ad una vera e propria ERA GLACIALE

Vorrei poter dire che ho imparato a schermarmi dalle ondate gelide provenienti da queste persone e a pensare a me stessa, invece sono sempre la solita scema che cerca di essere sincera o educata, finendo, come al solito, per sembrare la rincoglionita del gruppo.
Ma in tutto ciò mi sento ancora di andare controcorrente, perchè di sottostare alle regole del gruppo proprio non mi va. E da persona seria vi consiglierei di fare altrettanto, così, per lo meno, la vostra coscienza potrà considerarsi integra (anche se non posso garantire lo stesso risultato per le vostre palline, che saranno sempre a rischio caduta).

Chiedo umilmente perdono per questo post, giuro che tornerò a scrivere articoli moderati o sensati. Probabilmente.

-I&C-

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...